Alessandro Mendini, scomparsa di uno dei protagonisti del design italiano

L’architetto e designer Alessandro Mendini si è spento a Milano, lunedì 18 febbraio, all’età di 87 anni.

Alessandro Mendini nasce a Milano nel 1931 e qui si laurea, in architettura, al locale Politecnico. Associato in un primo momento allo studio Nizzoli (1960-1970), è tra i più noti e apprezzati designer contemporanei, protagonista fin dagli anni Settanta del rinnovo della produzione made in Italy grazie alla sua adesione a numerose avanguardie del Radical Design (tra le altre Alchimia, primo luogo delle sperimentazioni sul tema della decorazione, che gli valsero un Compasso d’Oro nel 1981) e a un’instancabile partecipazione al dibattito teorico.

Parallelamente, ha avviato la sua straordinaria e personalissima carriera progettuale (nella quale lo affianca il fratello Francesco con cui ha fondato, nel 1989, l’Atelier Mendini) che lo ha visto collaborare con aziende come Cappellini, Zanotta, Alessi, Swatch, Philips, Venni, Bisazza e Cartier.

 

Le sue creazioni sono alcune delle più note icone della produzione italiana degli ultimi sessant’anni: dalla poltrona Proust (1978), alle innumerevoli collezioni di oggetti firmati per Alessi.

Scopri sul nostro Showroom virtuale alcune delle creazioni di Alessandro Mendini 

 

 

photo di copertina Carlo Lavatori

Ultime news
Questo sito usa cookie di profilazione e consente l’invio di cookie di terze parti; leggi l'informativa cookie policy per ulteriori indicazioni, ed eventualmente negare il consenso all’installazione di qualunque cookie; continuare con la navigazione su qualunque pagina o cliccare su qualunque elemento comporta il consenso all’uso dei cookie